Eventi Speciali

The Ghost of Peter Sellers

di Peter Medak
Cipro, 2018, 93', colore, DCP
Sceneggiatura
Giovedì 30 Agosto 2018
22:00 Sala Perla 2 Pubblico, tutti gli Accrediti
 
Giovedì 06 Settembre 2018
22:15 Sala Perla 2 Pubblico, tutti gli Accrediti
 

fotografia
Christopher Sharman
montaggio
Joby Gee

musica
Jack Ketch
suono
George Foulgham

con
Peter Medak
Simon van der Borgh
John Heyman
Murray Melvin
David Korda
Victoria Sellers
Joe Dunne
Robert Wagner

produzione
Vegas Media
contatto
produttore
Paul Iacovou

Nel 1973 Peter Sellers recitò in una commedia sui pirati per la Columbia Pictures (Ghost in the Noonday Sun). Ma perse immediatamente interesse nei confronti del film al punto da sabotarlo, facendo licenziare i produttori e poi rivoltandosi contro il suo amico regista, Peter Medak. Oltre a essere la storia di una produzione sgangherata, questo documentario è anche il racconto di un giovane regista che camminava ad ampie falcate verso la gloria. Medak, in precedenza, aveva inanellato, uno dopo l'altro, tre successi, tra cui The Ruling Class (La classe dirigente) nel 1972 con Peter O 'Toole. Il film sui pirati cambiò la sua carriera per sempre. Dopo quarantacinque anni le ferite sono a malapena rimarginate e per Medak si presenta l'opportunità di raccontare quella vicenda e di liberarsi del peso di quel fallimento. The Ghost of Peter Sellers è un film tragicomico su ciò che occorre per essere un regista e per sopravvivere al tuo più grande disastro.

 

Filmografia

2018 The Ghost of Peter Sellers (doc)
1998 Species II
1994 Pontiac Moon
1993 Romeo is Bleeding (Triplo gioco)
1991 Let Him Have It
1990 La Voix Humaine
1990 The Krays (I corvi)
1986 The Men's Club (Club di uomini)
1981 Zorro: The Gay Blade (Zorro mezzo e mezzo)
1980 The Changeling
1978 The Odd Job
1975 Sporting Chance
1973 Ghost in the Noonday Sun
1973 The Third Girl from the Left
1972 The Ruling Class (La classe dirigente)
1972 A Day in the Death of Joe Egg
1968 Negatives

«Fare questo documentario è stato probabilmente il più folle esercizio della mia carriera. Nel senso che mi ha spinto a cercare nel profondo e a viaggiare nei ricordi della peggiore esperienza professionale di tutta la mia vita, mi ha costretto a rivivere tutti quei momenti camminando sulla mia stessa ombra per capire cosa accadde in quel film di quarantasei anni fa. Peter Sellers e Spike Milligan erano allora due geni della comicità e dunque avrei dovuto realizzare una delle migliori commedie di tutti i tempi. Al contrario, fu un miserabile disastro che mi ha perseguitato per il resto della mia vita. The Ghost of Peter Sellers è un viaggio davvero emozionante in cui non mi sarei mai voluto imbarcare...ma sono così contento di averlo fatto».
Peter Medak (Budapest, 1937) trova riparo in Inghilterra all'età di diciotto anni dopo esser fuggito dall'Ungheria in rivolta contro il regime comunista. Immediatamente, inizia la sua carriera cinematografica con la Associated British Picture Corporation lavorando in alcuni dei film britannici più importanti di quel periodo. Nel 1963 firma un contratto con gli Studios di Hollywood per la Universal. Quattro anni dopo si lega alla Paramount e realizza il suo primo lungometraggio, Negatives, con protagonista Glenda Jackson. I successivi due film sono black comedy di successo: A Day in the Death of Joe Egg con Alan Bates e The Ruling Class (La classe dirigente) con Peter O 'Toole che, per quel ruolo, riceve una nomination agli Oscar. Nei trent'anni seguenti si guadagna la reputazione di regista di "attori", dirigendo film come The Changeling, The Krays (I corvi) e Romeo Is Bleeding (Triplo gioco).

Indietro  |  Condividi su