Eventi Speciali

Goodbye Marilyn

di Maria Di Razza
Italia, 2018, 13', colore, DCP
Sceneggiatura
Oliviero Del Papa
Sabato 01 Settembre 2018
11:30 Sala Perla Press, Industry
 
Venerdì 07 Settembre 2018
17:00 Sala Perla Pubblico, tutti gli Accrediti
 

sceneggiatura
Oliviero Del Papa
montaggio
Pietro D'Onofrio

musica
Antonio Fresa
suono
Dario Calvari

interpreti
Maria Pia Di Meo (Marilyn)
Gianni Canova (giornalista)
Lucia Rocco (ragazza)

produzione
marechiarofilm
produttore
Antonietta De Lillo

in collaborazione con
Zen Movie
con il supporto di
Film Commission Regione Campania

vendite internazionali
Zen Movie
distribuzione italiana
Zen Movie
contatto


ufficio stampa
Storyfinders
Lionella Bianca Fiorillo
+39 340 736420

In occasione del suo novantesimo compleanno, Marilyn Monroe riceve la lettera di un giornalista che vorrebbe intervistarla. La grande diva di Hollywood non si concede al pubblico da cinquant'anni, da quando, senza alcuna spiegazione, ha deciso di ritirarsi per sempre dalle scene. Sorprendentemente, Marilyn decide di rompere il silenzio e di concedere l'intervista. Il giornalista cercherà di decifrare il mistero di una donna che, all'apice del successo, rinunciò alla fama in nome della propria libertà, diventando un mito.

 

Filmografia

2018 Goodbye Marilyn (cm)
2016 (In)Felix (cm)
2014 Facing Off (cm)
2013 Forbici (cm)
2007 Ipazia (cm)

«Il romanzo a fumetti scritto da Francesco Barilli e disegnato da Roberta Sacchi era il punto di partenza perfetto per un cortometraggio animato. [...] La Marilyn che si è ritirata dalle scene da cinquant'anni non è un'asceta, né una moralista che ha rinnegato tutto ciò che l'ha resa famosa. Questa Marilyn ha scelto consapevolmente di sottrarsi alle regole dello showbiz, di governare il proprio tempo con la libertà cui aveva rinunciato per diventare una diva. Perché una diva non appartiene veramente a se stessa. Appartiene alla pellicola che la immortala sul grande schermo e, forse ancora di più, al suo pubblico». [Maria Di Razza]
Laureata in matematica e informatica di professione, Maria Di Razza nel 2007 frequenta un corso di regia presso la scuola di cinema Pigrecoemme di Napoli e nello stesso anno dirige Ipazia. Nel 2013 realizza il cortometraggio di animazione Forbici, sul tema del femminicidio, nell'ambito del progetto di film partecipato della marechiarofilm Oggi insieme, domani anche, ideato da Antonietta De Lillo. Nel 2014 firma il cortometraggio in animazione Facing off, un'ulteriore esplorazione del mondo femminile attraverso l'osservazione della trasformazione del corpo della donna. Nel 2016 è la volta di (In)Felix, una fantasia animata distopica sulla Terra dei fuochi dove si immagina un futuro apocalittico in cui agli abitanti dell'area di Giugliano viene interdetto il territorio, costringendoli a emigrare in massa.

Indietro  |  Condividi su