Selezione Ufficiale

UN MONDE PLUS GRAND
A BIGGER WORLD

di Fabienne Berthaud
Francia, 2019, 100', colore, DCP
Sceneggiatura
Fabienne Berthaud, Claire Barré
Giovedì 29 Agosto 2019
09:00 Sala Perla Press, Industry
 
Venerdì 30 Agosto 2019
17:00 Sala Perla Pubblico, tutti gli Accrediti
Segue incontro con il pubblico
 
Martedì 03 Settembre 2019
22:00 Sala Perla 2 Tutti gli Accrediti
 

tratto da Mon initiation chez les chamanes
di Corine Sombrun

fotografia
Nathalie Durand
montaggio
Simon Jacquet
musica
Valentin Hadjadj
suono
Fabrice Osinski
Paul Heymans
Thomas Gauder
scenografia
Eve Martin
costumi
Mimi Lempicka

interpreti
Cécile de France
[Corine]
Narantsetseg Dash
[Naraa]
Tserendarizav Dashnyam
[Oyun]
Ludivine Sagnier
[Louise]
Arieh Worthalter
[Marc]

produttori
Carole Scotta
Christine Palluel
Barbara Letellier
produzioni
Haut et Court
3X7 Productions
(Telfrance group)

vendite internazionali
WaZabi Films
mail

Ufficio stampa internazionale
RendezVous

Viviana Andriani
+39 348 3316681

Per superare la morte di Paul, l'uomo della sua vita, Corine decide di lasciare Parigi e di recarsi in Mongolia per qualche settimana per dirigere un progetto. L'incontro con la sciamana Oyun, però, le scombina i piani. Secondo Oyun, infatti, Corine possiede un dono raro e dovrebbe essere iniziata alle pratiche sciamaniche. Rientrata in Francia, Corine si rende conto di non potersi sottrarre a ciò che sente ormai come un dovere: tornare in Mongolia per affrontare la sua iniziazione... e per scoprire un mondo più grande.

 

Filmografia

2019 Un monde plus grand (A Bigger World)
2015 Sky 
2010 Pieds nus sur les limaces (Lily Sometimes
2006 Frankie

Scrittrice, sceneggiatrice e regista, Fabienne Berthaud, dopo un paio di corti, ha diretto tre lungometraggi: Frankie, opera prima del 2006 con Diane Kruger (protagonista anche nei due lavori successivi), grande successo di critica e ai festival; Pieds nus sur les limaces, tratto da un suo romanzo, selezionato nel 2010 alla Quinzaine des Réalisateurs e vincitore del Prix Art Cinéma; Sky, la sua prima produzione in lingua inglese. Un monde plus grand è il suo quarto lungometraggio. Parallelamente alla sua attività di regista, Fabienne ha pubblicato i romanzi Cafards (1994), Moi par exemple (1999), Mal partout (1999), Pieds nus sur les limaces (2004), Un Jardin sur le ventre (Prix Françoise Sagan, 2011).

«Immaginavo un mondo organico, monocromatico, spettrale e misterioso. E ho cercato l'ispirazione in Artavazd Pelešjan. Un mondo fatto più di sensazioni che di rappresentazioni. Ho lavorato sulla trama, sulle ombre, sulle sfocature, deformando le immagini reali. Anche il suono ha un ruolo essenziale nel film. Le vibrazioni sonore dei tamburi sciamanici, il respiro degli animali, le zampe che calpestano la terra... Vorrei che lo spettatore vivesse un'esperienza fisica, che sentisse anziché vedere». [Fabienne Berthaud]

Indietro  |  Condividi su