Selezione Ufficiale

BOŻE CIAŁO
CORPUS CHRISTI

di Jan Komasa
Polonia, Francia, 2019, 116', colore, DCP
Sceneggiatura
Mateusz Pacewicz
Giovedì 29 Agosto 2019
22:00 Sala Perla 2 Press, Industry
 
Lunedì 02 Settembre 2019
17:00 Sala Perla Pubblico, tutti gli Accrediti
Segue incontro con il pubblico
 
Mercoledì 04 Settembre 2019
22:00 Sala Perla 2 Tutti gli Accrediti
 

fotografia
Piotr Sobocinski Jr
montaggio
Przemyslaw Chruscielewski
musica
Evgueni Galperine
Sacha Galperine
suono
Kacper Habisiak
Marcin Kasinski
Tomasz Wieczorek
scenografia
Marek Zawierucha
costumi
Dorota Roqueplo

interpreti
Bartosz Bielenia
[Daniel]
Eliza Rycembel
[Marta]
Aleksandra Konieczna
[Sagrestana]
Tomasz Zietek
[Pinczer]
Leszek Lichota
[Sindaco]
Lukasz Simlat
[Padre Tomasz]

produttori
Leszek Bodzak
Aneta Hickinbotham
produzione
Aurum Film

co-produzioni
Canal + Polska
WFS [Walter Film Studio]
Podkarpackie Film Commission
Les Contes Modernes
con il contributo di
Polish Film Institute
CNC

vendite internazionali
New Europe Film Sales
mail

Ufficio stampa internazionale
Stephen Lan

Boże Ciało è la storia di DanieI, un ventenne che vive una trasformazione spirituale mentre sconta la sua pena in un centro di detenzione. Daniel vorrebbe farsi prete ma questa possibilità gli è preclusa per la sua fedina penale. Uscendo dal centro di detenzione, gli è assegnato un lavoro presso un laboratorio di falegnameria in una piccola città, ma al suo arrivo, essendosi vestito da prete, viene scambiato per il parroco. La comparsa di questo giovane e carismatico predicatore diventa l'occasione per la comunità, scossa da una tragedia avvenuta qualche tempo prima, per cominciare a rimarginare le sue ferite.

 

Filmografia

2019 Boże Ciało (Corpus Christi)
2014 Miasto 44 (Warsaw 44)
2014 Powstanie Warszawskie (doc)
2011 Sala samobójców (Suicide Room)
2007 Splyw (doc)
2004 Fajnie, ze jestes (Nice to See You, cm)

Jan Komasa ha studiato regia alla scuola di cinema di Łódź. Il suo cortometraggio Fajnie, ze jestes, è stato presentato in concorso alla Cinefondation di Cannes, ottenendo il terzo premio. Nel 2011 ha realizzato il suo primo lungometraggio Sala samobójców, selezionato nella sezione Panorama della Berlinale. Con il suo film successivo, Miasto 44, ottiene un grande successo di pubblico. Boże Ciało è il suo terzo lungometraggio.

«Boże Ciało affronta il mistero delle esperienze spirituali, sacre e profane, in parte attingendo da una storia vera, a tratti difficile da credere. Il protagonista del film sente una vocazione ma non sa che uso farne a causa dei limiti imposti dalle istituzioni. È un tragico conflitto nel quale si scontrano due distinti drammi: quello di un individuo asociale e quello di una comunità sconvolta che nasconde un oscuro segreto». [Jan Komasa]

Indietro  |  Condividi su