08/08/2019

Il brasiliano Karim A´nouz presidente di giuria


Sarà il regista brasiliano Karim Aïnouz, il presidente della giuria del progetto 28 Times Cinema, che assegnerà il GdA Director's Award per il sesto anno consecutivo. Autore che ha familiarità con i più importanti festival europei, Aïnouz è reduce dal successo al Festival di Cannes del suo settimo lungometraggio A Vida Invisível de Eurídice GusmŃo (The Invisible Life of Euridice Gusmao), vincitore del premio per il miglior film a Un Certain Regard 2019.

Nel 2002 ha esordito sulla Croisette con Madame Sata per poi arrivare alla Berlinale con Praia do Futuro (2014). Il pubblico di Venezia lo ricorda per i film O Céu de Suely (Suely in the Sky, 2006) e Viajo Porque Preciso, Volto Porque te Amo (I Travel Because I He ToI Come Back Because I Love You, 2009, diretto insieme a Marcelo Gomes), presentati entrambi nella sezione Orizzonti. 

Karim Aïnouz è un regista con una formazione in architettura e in cinema tra il Brasile e New York. Oggi vive e lavora a Berlino facendo da ponte tra l'ambiente culturale europeo e quello brasiliano. Con questo spirito e con il suo curriculum fatto anche di serie televisive (Alice, tredici episodi per HBO America Latina), documentari, corti e installazioni artistiche esposte tra gli Stati Uniti e il Brasile, Aïnouz capitanerà ventotto giovani cinefili, ciascuno proveniente da uno dei ventotto paesi dell'Unione Europea; a loro toccherà scegliere tra gli undici film in concorso quest'anno alle Giornate.

A precedere Aïnouz nel ruolo di presidente di giuria negli anni scorsi ci sono stati registi come Laurent Cantet, Bruce LaBruce e Samira Makhmalbaf tra gli altri, fino a Jonas Carpignano nel 2018. 
«La scelta di avere Aïnouz insieme alla nostra giuria - ha detto Giorgio Gosetti, direttore delle Giornate - ribadisce l'interesse della nostra sezione a valorizzare quei talenti che scrivono il cinema di oggi, un cinema globale e inclusivo. Karim, con la sua anima brasiliana e il suo carattere berlinese, rappresenta la sintesi di questa generazione di cineasti capaci di essere autori trasversali e spettatori attenti, valori importanti che saprà certo trasmettere ai suoi 28 giovani colleghi».

28 Times Cinema è un progetto al suo decimo compleanno. Le Giornate degli Autori, il Lux Film Prize del Parlamento europeo ed Europa Cinemas, in collaborazione con Cineuropa, tornano a unire le loro forze per portare al Festival di Venezia ventotto cinefili da tutti i paesi dell'Unione europea chiamati ad assegnare il GdA Director's Award. Tutte le riunioni di giuria saranno moderate da Karel Och, direttore del festival di Karlovy Vary, che condurrà le discussioni accompagnando Karim Ainouz e i suoi giovani colleghi a decretare il vincitore del GdA Director's Award che riceverà € 20mila da ripartire tra il/la regista e il distributore internazionale.